Port Security

Share/Save/Bookmark
Rate this item
(0 votes)

PORT SECURITY
Aut. N. 469 Reg. Art. 16-28

Come proteggere le aree portuali ed assicurare un efficace sistema di sicurezza per il traffico merci e passeggeri. Questo è il servizio di Port Security che offre Ordine & Sìcurezza. I porti, spesso situati in prossimità di città, assumono un ruolo essenziale del sistema logistico di trasporto, in quanto consentono il collegamento fra le rotte marittime e terrestri del commercio e del traffico passeggeri. L'impatto delle minacce ordinarie o straordinarie per la sicurezza portuale è particolarmente rilevante ed appare in tutta la sua evidenza.

I servizi:

  • Accesso alla Port Facility:
    è previsto il rigoroso controllo degli accessi alle aree portuali, per garantire sia la security che la Safety degli utenti in questa particolare infrastruttura.
  • Zone ad accesso ristretto:
    con questa espressione si fa riferimento ad aree particolarmente sensibili del sito (deposito di carbo lubrificanti in genere, centrali elettriche, telefoniche e radio, sale di controllo e quant'altro previsto dai vari piani in relazione agli impianti stessi), essendo essi ritenuti obbiettivi di cruciale rilevanza che meritano una specifica protezione in caso di attacco esterno.
  • Movimentazione del carico:
    il controllo del carico, sia in entrata nel territorio che in uscita, rappresenta un momento delicato e cruciale delle attività commerciali di un Terminal, quindi lo stesso va disciplinato, attraverso il PFSP , secondo puntuali protocolli di sicurezza, al fine di garantire massima sicurezza sia al committente che agli operatori portuali presenti nel sedimento portuale.
  • Consegne delle provviste di bordo:
    l'ingresso delle provviste a bordo nave, deve avvenire solo a seguito di accurati di controlli sull'identità, sulla ragione e sulla tipologia di merce da consegnare.
  • Movimentazione del bagaglio non accompagnato:
    in presenza di navi crociere, la gestione dei bagagli, in particolare quello gestito in assenza del proprietario, riveste perticolare criticità; il Programma Nazione di Sicurezza Marittima, in merito prevede delle procedure minime da tenere in considerazione, sia per la parte organizzativa di formazione, che per la scelta della strumentazione necessaria per il controllo del bagaglio.
  • Sorveglianza e pattugliamento:
    nell'ambito della sorveglianza della port facility, l'aiuto tecnologico e la componente umana altamente specializzata nel settore, sono indispensabile per il controllo del sistema portuale inteso sia come banchine che come depositi, di norma va utilizzato personale fomato al fine di garantire un pattugliamento, spesso affiancati da videosorveglianza più o meno sofisticati. La scelta della soluzione dipende in massima parte dal livelo di rischio,accuratamente in fase di risk assessment e dalla infrastruttura portuale.
  • Comunicazione di security:
    deve essere garantitala possibilità di effettuare comunicazioni, relative agli aspetti di security (sia attraverso sistemi radio che telefonici e mediante la rete internet) all'interno della nave e all'esterno, in ogni momento, soprattutto in situazioni di emergenza.
  • Formazione, informazione e familiarizzazione:l'ISPS e il Programma Nazionale di Sicurezza Marittima prevedono, percorsi formativi definiti per tutti coloro che esercitano a vario titolo compiti di security.

 

1.jpg2.jpg3.jpg4.jpg

 

 

 

 

 

Read 1201 times
Sei qui: Home Servizi Port Security

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione