Sabato, 26 Novembre 2016 16:04

Rilevatori aree con Drony

Ispezioni visive in quota con drone - Il servizio d’ispezione visiva in quotache offre Ordine & Sicurezza permette di effettuare verifiche con registrazione video di luoghi difficilmente accessibili ad altezze positive e negative. I nostri droni permettono di avere una registrazione video in FULL HD dell’ispezione di qualunque ambiente. Se si deve verificare lo stato di una struttura come un ponte, un tetto, una gru, o il controllo di un'area PORTUALE come scarico e carico di navi, le verifiche in quota con drone sono lo strumento giusto. Inoltre, si può richiedere un rilievo fotogrammetrico con drone, si otterrà così una fedele riproduzione della struttura per il calcolo.

 

 

 

Published in Ordine & Sicurezza
Sabato, 26 Novembre 2016 15:25

Sicurezza e Controllo Accessi

Servizi di sorveglianza, controllo e assistenza alle persone

La realtà sociale contemporanea in cui viviamo quotidianamente ha bisogno di sicurezza. Per questo motivo Ordine & Sicurezza, grazie alla sua esperienza pluriennale nel campo della sicurezza, mette a disposizione un servizio dedicato di guardiania non armata. I nostri servizi di guardiania consistono nella sorveglianza e nella supervisione costante di edifici, parcheggi, aree di passaggio ed al controllo accessi anche con l’ausilio di sistemi di videosorveglianza.

Il servizio di guardiania non armata proposto da Ordine & Sicurezza è svolto da addetti in divisa operativa, altamente qualificati e professionali per garantire ai vostri clienti la massima assistenza in qualsiasi situazione, anche di pericolo.

La guardiania è un servizio studiato e pensato prevalentemente per essere svolta nei centri commerciali, all’interno di codomini, cantieri immobiliari, come controllo delle aree adibite a parcheggi e delle aree esterne alle attività commerciali, nelle fiere e nelle manifestazioni come asssistenza alle persone, oppure per la gestione degli ingressi nei musei, nelle gallerie d’arte, nelle biblioteche, istituti, fondazioni, sia privati che pubblici.

IL SERVIZIO DI GUARDIANIA PER OGNI NECESSITÀ

Il servizio di guardiania non armata effettuato da Ordine & Sicurezza consiste in attività di pattugliamento e piantonamento delle aree pubbliche o private. Gli Operatori impiegati sono in stretto contatto con le Forze dell’Ordine garantendo il massimo controllo e gestione.

I servizi di sicurezza sono garantiti 24 ore su 24 e vengono svolti tutti i giorni dell’anno anche durante le festività: il personale viene selezionato accuratamente e viene sottoposto costantemente a corsi di formazione specializzati, utili per essere sempre aggiornati e preparati sulla tutela degli ambienti e delle strutture.

Le attività di guardiania non armata possono anche essere richieste per ispezionare e controllare l’interno di immobili e aziende durante eventi o serate in cui è prevista una grande affluenza di persone. In questi casi, gli addetti al servizio avranno il compito di controllare gli accessi, le uscite di sicurezza, accogliere gli ospiti e monitorare le aree sia esterne che interne attraverso l’installazione e il controllo di impianti di anti panico e antincendio.

Security service per la salvaguardia quotidiana di persone e cose

La sicurezza personale non è un gioco, per questo motivo Ordine & Sicurezza è a disposizione, attraverso un team di esperti alla consulenza per la protezione a difesa di aziende, privati ed enti pubblici contro attacchi, aggressioni a danno di persone o beni. Siamo una consolidata realtà che offre servizi di consulenza della security all’avanguardia e professionale, destinata alla prevenzione di atti vandalici, criminali o terroristici e alla realizzazione di piani di difesa.

Il nostro servizio di consulenza della security service si contraddistingue per la capacità di adattamento alle richieste della clientela, per l’utilizzo delle più moderne tecnologie impiegate e la capacità di offrire il massimo della sicurezza adeguandosi al mutamento delle normative di legge.

Ordine & Sicurezza si propone come realtà seria ed efficiente nel settore della sicurezza non armata, per garantire sempre prestazioni di alto profilo al passo con i tempi. Il servizio di security è una delle prestazioni più comuni e richieste nel campo della sicurezza non armata da tutte quelle aziende, enti pubblici e privati che hanno il bisogno di tener controllato il flusso degli accessi, la gestione degli ingressi attraverso badge e pass, di sorveglianza sulla propria abitazione, durante eventi e manifestazioni pubbliche, lanci di prodotti, concerti, feste aziendali o management.

Il nostro personale è formato da addetti alla sicurezza competenti e preparati capaci di ricreare le condizioni ideali per permettere agli ospiti e agli invitati di godersi il divertimento e rilassarsi in piena tranquillità e sicurezza. Gli addetti alla sicurezza di Ordine & Sicurezza sono addestrati attraverso costanti corsi di aggiornamento con il rilascio di brevetti e certificazioni a dimostrazione della professionalità, completezza e competenza del servizio offerto.

Durante i corsi di preparazione, il nostro staff viene allenato ed istruito per poter coordinare e gestire in modo tempestivo qualunque tipo di situazioni di pericolo in modo professionale e responsabile. I nostri principi si basano sui concetti di affidabilità, efficacia, garanzia, rapidità, convenienza, prevenzione dei rischi e attitudine al problem solving per le problematiche più inattese e inaspettate.

Conttattateci per richiedere informazioni e per ottenere un preventivo personalizzato e senza impegno in merito ai nostri servizi di security service.

 

 

 

 

 

 

Published in Ordine & Sicurezza
Mercoledì, 10 Settembre 2014 11:49

Primo Soccorso sui luoghi di lavoro

L'Azienda Ordine & Sicurezza fornisce e assicura che il contenuto della cassetta di pronto soccorso della vostra azienda sia a norma. L'Azienda si propone di affiancare i propri clienti nella risoluzione e gestione di tutte le problematiche inerenti la gestione dei kit di primo soccorso. La normativa vigente prevede un contenuto minimo per la cassetta di pronto soccorso che le aziende devono possedere e mantenere in stato efficiente: complete di tutti i prodotti integri e non scaduti di validità. La nostra assistenza evita perdite di tempo da parte degli addetti ed impiegati delle aziende supportate con la garanzia di un controllo scrupoloso per essere sicuri, nel momento opportuno, di avere a disposizione una cassetta di pronto soccorso completa del contenuto minimo necessario ad eventuali soccorsi.

L'Azienda Ordine & Sicurezza fornisce una sistematica assistenza per la manutenzione di tutti i kit di primo soccorso:

  • visite periodiche presso i clienti per il controllo dei contenuti dei kit (cassette, valigette, armadietti);
  • verifica delle scadenze di tutti i singoli prodotti contenuti nei kit (cassette, valigette, armadietti);
  • integrazione dei prodotti mancanti;
  • sostituzione dei prodotti in scadenza;
  • redazione ed aggiornamento delle schede per ciascun kit;
  • aggiornamento sulle variazioni e/o integrazioni previste dalle normative di legge. 

Clicca sulle miniature per ingrandire... 

1.jpg2.jpg3.jpg4.jpg5.jpg6.jpg7.jpg8.jpg9.jpg10.jpg11.jpg12.jpg13.jpg14.jpg15.jpg16.jpg

Le attuali disposizioni di legge prevedono la manutenzione del pronto soccorso aziendale che impone il controllo, la completezza ed il corretto stato d’uso dei prodotti ivi contenuti (cfr. D.M. 388 del 15.07.03, art. 2, comma 1, lettera a). 

MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO

15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. (GU Serie Generale n.27 del 3-2-2004) note: Entrata in vigore del provvedimento: 3-8-2004


Tutela della salute nei luoghi di lavoro, normative vigenti

Il rispetto della normativa nell’ambito della tutela della salute sui luoghi di lavoro è condizione necessaria per evitare inutili rischi derivanti da piccoli incidenti che possono capitare quotidianamente durante l’orario di lavoro.

Per questo è necessario che ogni azienda sia preparata e disponga di un kit di pronto soccorso con un contenuto idoneo all’attività svolta.

Ditek, da anni attiva nel settore del commercio delle cassette di pronto soccorso vuole farvi porre l’attenzione sulle normative che sono alla base della tutela della salute nei luoghi di lavoro: D.M. 388 e D.L. 81.MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 15 luglio 2003, n. 388

Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. GU n. 27 del 3-2-2004

Il Ministro della Salute
Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
Il Ministro per la Funzione Pubblica
Il Ministro delle Attività Produttive

Visti gli articoli 12, comma 1, lettere b) e c) e l’articolo 15, comma 3 del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni, che demanda ai Ministri della sanita’, del lavoro e della previdenza sociale, della funzione pubblica e dell’industria, del commercio e dell’artigianato, il compito di individuare le caratteristiche minime delle attrezzature di pronto soccorso, i requisiti del personale addetto e la sua formazione, in relazione alla natura dell’attivita’, al numero dei lavoratori occupati e ai fattori di rischio;

Visto l’atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza, approvato con decreto del Presidente della Repubblica del 27 marzo 1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 76 del 31 marzo 1992;

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, ed in particolare l’articolo 17, commi 3 e 4;

Visto il decreto del Ministro della sanita’ 15 maggio 1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 121 del 25 maggio 1992, concernente i criteri ed i requisiti per la codificazione degli interventi di emergenza;

Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni;

Visto l’atto di intesa tra Stato e Regioni recante l’approvazione delle linee guida sul sistema di emergenza sanitaria dell’11 aprile 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 114 del 17 maggio 1996;

Sentita la Commissione consultiva permanente per la prevenzione degli infortuni e l’igiene del lavoro, di cui all’articolo 26 del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626;

Acquisita l’intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano;

Acquisito il parere del Consiglio superiore di sanita’;

Udito il parere del Consiglio di Stato espresso dalla sezione consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 26 marzo 2001;

Adottano il seguente regolamento:

Art. 1.

Classificazione delle aziende

1. Le aziende ovvero le unita’ produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attivita’ svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi.

Gruppo A:
I) Aziende o unita’ produttive con attivita’ industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attivita’ minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
II) Aziende o unita’ produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilita’ permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno (clicca sul collegamento per consultare la tabella). Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale;
III) Aziende o unita’ produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Gruppo B: aziende o unita’ produttive con tre o piu’ lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Gruppo C: aziende o unita’ produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

2. Il datore di lavoro, sentito il medico competente, ove previsto, identifica la categoria di appartenenza della propria azienda od unita’ produttiva e, solo nel caso appartenga al gruppo A, la comunica all’Azienda … Sanitaria Locale competente sul territorio in cui si svolge l’attivita’ lavorativa, per la predisposizione degli interventi di emergenza del caso. Se l’azienda o unita’ produttiva svolge attivita’ lavorative comprese in gruppi diversi, il datore di lavoro deve riferirsi all’attivita’ con indice piu’ elevato.

Art. 2.

Organizzazione di pronto soccorso

1. Nelle aziende o unita’ produttive di gruppo A e di gruppo B, il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:
a) cassetta di pronto soccorso, tenuta presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodita in un luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata, contenente la dotazione minima indicata nell’allegato 1, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro e su indicazione del medico competente, ove previsto, e del sistema di emergenza sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale, e della quale sia costantemente assicurata, la completezza ed il corretto stato d’uso dei presidi ivi contenuti;
b) un mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.
2. Nelle aziende o unita’ produttive di gruppo C, il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:
a) pacchetto di medicazione, tenuto presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodito e facilmente individuabile, contenente la dotazione minima indicata nell’allegato 2, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, della quale sia costantemente assicurata, in collaborazione con il medico competente, ove previsto, la completezza ed il corretto stato d’uso dei presidi ivi contenuti;
b) un mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale;
3. Il contenuto minimo della cassetta di pronto soccorso e del pacchetto di medicazione, di cui agli allegati 1 e 2, e’ aggiornato con decreto dei Ministri della salute e del lavoro e delle politiche sociali tenendo conto dell’evoluzione tecnico-scientifica.
4. Nelle aziende o unita’ produttive di gruppo A, anche consorziate, il datore di lavoro, sentito il medico competente, quando previsto, oltre alle attrezzature di cui al precedente comma 1, e’ tenuto a garantire il raccordo tra il sistema di pronto soccorso interno ed il sistema di emergenza sanitaria di cui al decreto del Presidente della Repubblica del 27 marzo 1992 e successive modifiche.
5. Nelle aziende o unita’ produttive che hanno lavoratori che prestano la propria attivita’ in luoghi isolati, diversi dalla sede aziendale o unita’ produttiva, il datore di lavoro e’ tenuto a fornire loro il pacchetto di medicazione di cui all’allegato 2, che fa parte del presente decreto, ed un mezzo di comunicazione idoneo per raccordarsi con l’azienda al fine di attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.
Art. 3.

Requisiti e formazione degli addetti al pronto soccorso

1. Gli addetti al pronto soccorso, designati ai sensi dell’articolo 12, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, sono formati con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso.

2. La formazione dei lavoratori designati e’ svolta da personale medico, in collaborazione, ove possibile, con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale. Nello svolgimento della parte pratica della formazione il medico puo’ avvalersi della collaborazione di personale infermieristico o di altro personale specializzato.

3. Per le aziende o unita’ produttive di gruppo A i contenuti e i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nell’allegato 3, che fa parte del presente decreto e devono prevedere anche la trattazione dei rischi specifici dell’attivita’ svolta.

4. Per le aziende o unita’ produttive di gruppo B e di gruppo C i contenuti ed i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nell’allegato 4, che fa parte del presente decreto.

5. Sono validi i corsi di formazione per gli addetti al pronto soccorso ultimati entro la data di entrata in vigore del presente decreto. La formazione dei lavoratori designati andra’ ripetuta con cadenza triennale almeno per quanto attiene alla capacita’ di intervento pratico.

Art. 4.

Attrezzature minime per gli interventi di pronto soccorso

1. Il datore di lavoro, in collaborazione con il medico competente, ove previsto, sulla base dei rischi specifici presenti nell’azienda o unita’ produttiva, individua e rende disponibili le attrezzature minime di equipaggiamento ed i dispositivi di protezione individuale per gli addetti al primo intervento interno ed al pronto soccorso.

2. Le attrezzature ed i dispositivi di cui al comma 1 devono essere appropriati rispetto ai rischi specifici connessi all’attivita’ lavorativa dell’azienda e devono essere mantenuti in condizioni di efficienza e di pronto impiego e custoditi in luogo idoneo e facilmente accessibile.

Art. 5.

Abrogazioni

Il decreto ministeriale del 28 luglio 1958 e’ abrogato.

Art. 6.

Entrata in vigore

Il presente decreto entra in vigore sei mesi dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato sara’ inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare come legge dello Stato.

Roma, 15 luglio 2003

Il Ministro della salute Sirchia
Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Maroni
Il Ministro per la funzione pubblica Mazzella
Il Ministro delle attivita’ produttive Marzano
Visto, il Guardasigilli: Castelli

Allegato 1

CONTENUTO MINIMO DELLA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO

Guanti sterili monouso (5 paia).
Visiera paraschizzi
Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro (1).
Flaconi di soluzione fisiologica ( sodio cloruro – 0, 9%) da 500 ml (3).
Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (10).
Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (2).
Teli sterili monouso (2).
Pinzette da medicazione sterili monouso (2).
Confezione di rete elastica di misura media (1).
Confezione di cotone idrofilo (1).
Confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso (2).
Rotoli di cerotto alto cm. 2,5 (2).
Un paio di forbici.
Lacci emostatici (3).
Ghiaccio pronto uso (due confezioni).
Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (2).
Termometro.
Apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa.
Allegato 2

CONTENUTO MINIMO DEL PACCHETTO DI MEDICAZIONE

Guanti sterili monouso (2 paia).
Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml (1).
Flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml (1).
Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole (1).
Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole (3).
Pinzette da medicazione sterili monouso (1).
Confezione di cotone idrofilo (1).
Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso (1).
Rotolo di cerotto alto cm 2,5 (1).
Rotolo di benda orlata alta cm 10 (1).
Un paio di forbici (1).
Un laccio emostatico (1).
Confezione di ghiaccio pronto uso (1).
Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1).
Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.

 

 

 

 

Published in Ordine & Sicurezza
Mercoledì, 23 Maggio 2012 14:45

Reception

Ordine & Sicurezza è il partner ideale per chi necessita di un servizio di reception e accoglienza di alta qualità e a costi vantaggiosi. I nostri servizi di portierato sono gestiti da personale professionale e qualificato che si occupano della supervisione costante delle aree affidateci, degli spostamenti dell’utenza che avvengono all’interno dei locali, compresa l’accoglienza degli ospiti, la registrazione dei visitatori in ingresso e uscita e attività di reception.

Ordine & Sicurezza garantisce il massimo standard di sicurezza e affidabilità offrendo un servizio completo adatto per le aziende, per gli enti pubblici, i centri commerciali, per i condomini o i centri residenziali che hanno bisogno di un'attenta sorveglianza senza rinunciare alla privacy e tranquillità.

I servizi reception di Ordine & Sicurezza mettono a disposizione del cliente anche la possibilità di installare un sistema di controllo e videosorveglianza attivo 24 ore su 24 collegati con le più importanti Centrali Operative nazionali, per la totale e completa salvaguardia delle persone e dei beni contenuti all’interno dei locali.

Professionalità, prontezza, correttezza, discrezione ed educazione sono le caratteristiche dei servizi di reception offerti da Ordine & Sicurezza. Il personale è selezionato in modo attento e severo per permettere di rispettare appieno questi requisiti qualitativi di alto profilo e poter sempre garantire un servizio di portierato che sia in grado di rispettare qualsiasi esigenza o richiesta del cliente.

Il nostro personale è cortese, gentile e socievole, ma allo stesso tempo è addestrato per affrontare le occasioni di emergenza in modo reattivo e tempestivo, come le operazioni di primo soccorso, la gestione del flusso e deflusso degli utenti e situazioni critiche (incendio o terremoto). Ogni addetto al servizio di portierato indossa l’uniforme ufficiale di Ordine & Sicurezza ed è in possesso del badge di riconoscimento, al fine di tutelare la reciproca immagine aziendale in termini di competenza ed esperienza. 

Le attività offerte non prevedono limitazioni di orari, tanto che sono disponibili sia turni diurni che notturni anche nei periodi festivi. Tutti i servizi di portierato di Ordine & Sicurezza offrono assistenza anche in multilingua e comprendono:

  • servizi di reception come la gestione delle telefonate e l’accoglienza dei clienti o degli ospiti;
  • controllo degli accessi e del flusso e deflusso dell’utenza;
  • sorveglianza non armata;
  • videosorveglianza dei sistemi di sicurezza 24 su 24 collegati con le Centrali Operative nazionali;
  • servizi di controllo aree interne ed esterne;
  • gestione degli accessi nei depositi merce e magazzini.Il portierato e la custodia non armata è un servizio molto delicato e riservato che le aziende devono assolvere. Per questo negli ultimi anni la nostra azienda si è specializzata in questo settore. Il servizio è rivolto ai vari tipologie di cliente: controllo accessi cantieri edili e fotovoltaici, controllo accessi fabbriche, residence, banche e aziende, controllo accesso eventi, manifestazioni, fiere, concerti, controllo sicurezza regie mobili.

 

 

 

Published in Ordine & Sicurezza
Giovedì, 03 Maggio 2012 22:30

Illuminazione

Illuminazione a risparmio energetico

Grazie ai nostri lampioni fotovoltaici e solari si ottengono notevoli vantaggi, quali la facilità di installazione, l'indipendenza da reti elettriche, l'illuminazione automatica durante le ore notturne, l'autonomia da eventuali black out, l'eliminazione dei costi per l'energia elettrica. Questa è anche una scelta ecologica, a salvaguardia dell'ambiente.

 

Illuminazione Fotovoltaico

E' un lampione fotovoltaico che funziona esclusivamente grazie all'energia solare. L'alto contenuto tecnologico e il raffinato design fanno  la soluzione ideale sia per l'illuminazione pubblica che per quella di grandi spazi privati, come parchi, giardini e impianti sportivi. Non va collegato alla rete elettrica tradizionale e, essendo dotato di un innovativo sistema di posa, può essere rimosso e riposizionato con estrema facilità. E' il contributo di una grande azienda italiana alla sostenibilità ambientale.

   
 
     

 

 

Published in Ordine & Sicurezza
Sei qui: Home Displaying items by tag: cosenza

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione